Tommaso Dal Molin

Molino di Altissimo, 3 gennaio 1902 – Lago di Garda, 18 gennaio 1930

Ufficiale e aviatore

 

Tomaso, italianizzato in Tommaso, nasce ad Altissimo il 13 gennaio 1902. Dopo pochi anni si trasferisce a Chiampo con la famiglia.

Nel 1922 decide di arruolarsi in aeronautica, e il 13 ottobre dello stesso anno ottiene il brevetto di pilota.

La sua predisposizione e la sua abilità dimostrata sia in addestramento che come pilota acrobatico gli permette di essere scelto per rappresentare l'Italia nelle gare internazionali d'acrobazia. Nel maggio 1928 Dal Molin entra nella Scuola del Reparto Alta Velocità di Desenzano del Garda, ed inizia la preparazione specifica per la partecipazione alla Coppa Schneider.

Partecipa quindi all'edizione del 1929 del Trofeo che in quell'anno si disputa tra il 6 ed 7 settembre sul circuito aereo a Calshot, sull'Isola di Man, dove riesce ad arrivare secondo. In quest’occasione riceve la medaglia d'argento al valore aeronautico.

Rimane vittima di un incidente mortale il 18 gennaio 1930, sul lago di Garda, mentre svolgeva i test di volo di un nuovo modello. A Dal Molin è intitolato un museo a Vicenza.

Tommaso Dal Molin